NEWSLETTER
Per fare affari sul web
clicca qui é gratis!!

ricerca
+Segnala sito nel nostro motore di ricerca    +Modifica sito
LAVORO E CORSI

Agenti e rappresentanze

Cerca lavoro

Giornali di annunci

Informazioni varie

Lavorare nello spettacolo

Lavoro estero

Lavoro interinale

Lavoro online

Selezione e formazione

Telelavoro

HOME >> LAVORO E CORSI

Amministrazione del personale:<br/>cosa deve fare il datore di lavoro? OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO
Amministrazione del personale:
cosa deve fare il datore di lavoro?

Quali obblighi ha il datore di lavoro nei confronti dei suoi dipendenti? Quali sono le assunzioni agevolate? Come iscrivere i dipendenti agli Enti previdenziali?
Ecco una breve guida sull'argomento

Link sponsorizzati

Obblighi del datore di lavoro
I datori di lavoro privati all'atto dell'assunzione o prima dell'inizio della prestazione lavorativa, sono tenuti a consegnare ai lavoratori:

  • dichiarazione sottoscritta contenente i dati di registrazione del libro matricola
  • le informazioni relative al contratto e al rapporto di lavoro
  • L'assunzione deve essere comunicata, entro 5 giorni lavorativi dall'assunzione, al centro dell'impiego nel cui ambito territoriale è ubicata la sede di lavoro, tramite apposito modulo.
    I datori di lavoro sono altresì obbligati, entro 5 giorni, a comunicare le seguenti trasformazioni del rapporto:
  • da tempo determinato a tempo indeterminato
  • da tempo parziale a tempo pieno
  • da apprendista a contratto a tempo indeterminato
  • da formazione e lavoro a contratto a tempo indeterminato
  • Anche le cessazioni di rapporto di lavoro devono essere sempre comunicate entro i 5 giorni successivi la cessazione stessa.
    I datori di lavoro che occupano più di 10 dipendenti sono tenuti a riservare il 12% delle assunzioni ai lavoratori appartenenti alle categorie svantaggiate.
    Assunzioni agevolate
    Al fine di incrementare l'occupazione di particolari categorie di lavoratori sono stati introdotti con il tempo, diversi benefici contributivi per:
  • apprendistato
  • lavoratori in CIG da almeno 24 mesi
  • lavoratori in CIG da tre mesi dipendenti da imprese in CIGS da sei mesi
  • contratti di formazione e lavoro
  • lavoratori disoccupati con trattamento speciale da 12 mesi
  • lavoratori disoccupati da oltre 24 mesi
  • giovani con diploma o attestato di qualifica
  • lavoratori in mobilità
  • giornalisti disoccupati o in CIGS
  • dirigenti privi di occupazione
  • part-time
  • assunzione a tempo determinato in sostituzione di lavoratori in astensione obbligatoria e facoltativa per maternità
  • Iscrizione agli enti
    L'inizio di un attività con l'impiego di lavoratori subordinati, compresi i lavoratori a domicilio, i parenti e gli affini del datore di lavoro, obbliga i datori di lavoro a darne comunicazione agli enti che gestiscono la previdenza, l'assistenza e gli infortuni sul lavoro previsti dalla vigente normativa e dalle contrattazioni collettive in materia di rapporto di lavoro al fine di porre in essere le necessarie coperture assicurative.
    Le predette comunicazioni dovranno essere effettuate nel rispetto dei termini e modalità previste dai singoli istituti , tenendo presente che a decorrere dal 01 gennaio 1993 gli adempimenti devono essere assolti esclusivamente attraverso gli sportelli polifunzionali istituiti dall'art.14 della l. 412/91, come modificato dall'art. 1 della Legge 63/93.
    Ai fini INPS sono assicurati i lavoratori subordinati in genere anche operanti in paesi extra UE non convenzionati di ambo i sessi e di qualsiasi nazionalità compresi:
  • i familiari del datore di lavoro, quando questo esplica un'effettiva prestazione di lavoro subordinato, adeguatamente retribuito
  • i soci lavoratori di cooperative
  • i lavoratori a domicilio
  • i lavoratori stranieri
  • religiosi e religiose
  • autisti privati al servizio di aziende e studi professionali o delle loro famiglie
  • i lavoratori domestici
  • L'iscrizione deve avvenire entro il 16° giorno del mese successivo all'inizio dell'attività con lavoratori subordinati, con mod. DM68 debitamente compilato e sottoscritto corredato dell'elenco nominativo dei lavoratori occupati e certificato della Camera di Commercio, oppure l'autorizzazione dell'esercizio dell'attività rilasciata dalla pubblica autorità competente.
    Ai fini INAIL i datori di lavoro obbligati all'iscrizione sono tutti coloro che occupano nell'esercizio dell'attività personale dipendente e parasubordinato.
    L'iscrizione deve essere fatta almeno 5 giorni prima dell'inizio dei lavori presentando debitamente compilato e sottoscritto modello 1 L O PREMI c/o la sede competente per territorio ove si svolgono i lavori.
    Tutte le variazioni, le assunzioni e e le cessazioni dei dipendenti devono essere comunicati tempestivamente all'Inail.
    Vi sono poi altre casse o fondi obbligatori a secondo del tipo di attività lavorativa quali:
    INPDAI per i dirigenti.
    ENPALS per i lavoratori dello spettacolo.
    INPGI per i giornalisti.
    ENASARCO per gli agenti rappresentanti.
    FASI per i dirigenti industriali.
    CASSA EDILE per gli edili.
    Lavoro subordinato
    E' prestatore di lavoro subordinato (lavoratore) chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell'impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell'imprenditore.
    Elemento indispensabile è, chiaramente, la subordinazione.

    Link sponsorizzati

    Copyright © 2008-2015 Vietato riprodurre i contenuti senza autorizzazione. | Chi siamo | Assistenza | Disclaimer | Informazioni sulla privacy | Dati societari art. 42 Legge 88/2009